Dao Yin Qi Gong

Quest’Arte Classica appartiene alla Tradizione Taoista Ling Bao Ming, non è una semplice ginnastica dolce, ma un efficace pratica per nutrire la vita, ritrovare e mantenere la salute, il proprio centro ed il proprio tempo.

Questa “famiglia” di pratiche Taoiste comprende:

Attraverso semplici esercizi, sia statici (in Piedi, Seduti o Sdraiati) che dinamici, accessibili a tutti, si lavora sul corpo, sul respiro, sulle emozioni, sul rilassamento, sul risveglio delle sensazioni ed in fine, sulla calma del cuore della mente.

Qi Gong è un termine generico e recente che designa un insieme di pratiche di benessere, salute, risveglio e realizzazione personale. Può dunque spaziare tecniche di mobilizzazione scioglimento dinamico, praticate semplicemente per sentirsi bene a una pratica di meditazione che utilizza il movimento, il respiro, le sensazioni, il soffio, le visualizzazioni fino a forme molto avanzate di Alchimia Interna (Nei Dan Gong).

L’antica denominazione classica di Qi Gong era Yang Sheng Fa, letteralmente:

“Le regole o i metodi che sostengono o nutrono la Vita”.

Nello spirito dei vecchi saggi cinesi questi metodi che sostengono la vita si prefiggono dunque lo scopo di opporsi o di ritardare il processo di morte, facendo si che il praticante accorto possa vivere bene, pienamente e a lungo.

Cosa ci rende vivi?

Si è pienamente vivi quando c’è movimento, quando è presente una buona circolazione, quando respiriamo, quando ci sono emozioni, quando le nostre sensazioni e i nostri sensi sono ampi e funzionano bene, quando c’è attività cerebrale e immaginazione… Tutto questo senza scomodare lo spirito….
Quindi, da sempre, lo Yang Sheng Fa e dunque il Qi Gong è basato sullo scioglimento, sul mantenimento e sull’espansione del movimento, del respiro, della circolazione di sangue e liquidi, sul contatto con le nostre emozioni, sull’espansione dei sensi e delle sensazioni, sul mantenimento dell’attività cerebrale… Fino ad arrivare al soffio ed allo spirito.

Si parte da cose assolutamente semplici come: salutarsi, respirare, sedersi, rimanere sdraiati, alzarsi e stare in piedi naturalmente, per scoprire, poco a poco, il modo di trasformarsi rimanendo svegli.
Tramite il movimento naturale e rilassato del corpo, si calma il respiro e si cerca la pace della mente; quando il corpo è sciolto, forte e libero, ci si ferma (in piedi, seduti o sdraiati) e, attraverso la pace del corpo, si lavora con la mente e l’intenzione attraverso pratiche di respirazione, visualizzazione e meditazione…

Finchè tutto è calmo, centrato, rilassato e libero e si può praticare il semplice “Dimorare nella Tranquillità” (RU JING).

Il Qi Gong è la base, permea e conclude tutte le pratiche, che siano di Salute, di Risveglio o Arti Marziali (indipendentemente da stili o scuole). Quindi, il lavoro interno ed esterno che si fa tramite il Qi Gong, porterà miglioramenti in ogni pratica che l’allievo intraprende e, pian piano, entrando nella vita di tutti i giorni, porterà la persona verso più alti traguardi.